Pubblicato il

La forneria di Damiano

I prodotti del forno vengono preparati con materie prime di origine biologica certificata (farine macinate a pietra, semi di girasole, semi di lino, uvetta, etc.). La lavorazione prevede la lievitazione da pasta madre acida con lunghi tempi di fermentazione scanditi da successivi impasti. L’ultimo impasto viene effettuato con l’ausilio di un’impastatrice capace di dare la necessaria forza al pane.
La lavorazione torna poi ad essere totalmente manuale per la spezzatura e la formatura dei singoli pezzi.

La pasta madre che costituisce il lievito naturale utilizzato per la fermentazione del pane in questo mio laboratorio non è un preparato reperito sul mercato (ve ne sarebbero anche di buona qualità e bio certificati e altri forni ne fanno largo uso) bensì un impasto che coltivo personalmente da anni con curati rinnovi quotidiani.

I pani, tutti di grosso formato, vengono avvolti in teli di cotone infarinati per la lievitazione definitiva e poi tagliati in superficie all’occorrenza al momento di essere infornati.
Il forno a legna a combustione diretta è un grande e massiccio forno in sasso, con una camera di cottura circolare costituita in mattoni refrattari. Solo in questo tipo di forno tradizionale la legna arde sulla pietra laddove verrà poi messo a cuocere il pane, cosa per me importante.

I miei prodotti sono controllati e certificati per la loro qualità biologica da BioAgriCert.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *